sicurezza sul lavoro brescia consulenza ISO 9001 brescia ISO 9001 Milano 2023-12-08

Accreditamento Reg. Lombardia per Servizi
di Istruzione e Formazione Professionale n. 1116

consulenza sicurezza sul lavoro brescia ISO 14001 brescia perizia industria 4.0 brescia mantova verona bergamo milano crema cremona lecco como GDPR BRESCIA varese impatto acustico dichiarazione di conformità MOCA
sicurezza sul lavoro consulente marcatura CE macchine brescia perizie industria 4.0 brescia privacy brescia GDPR brescia impatto acustico rischio rumore Brescia Mantova Bergamo MilanoAzienda certificata ISO 9001:2015
Home Page Contatti
Avviso: i nostri uffici saranno chiusi per ferie dal 27/12/2023 al 05/01/2024 compreso.

Rischio rumore

Come richiederci un preventivo per la valutazione del rischio rumore

Ci impegniamo a rispondere in 24/48 ore, inviandovi un preventivo mirato senza impegno. Per poter formulare un preventivo richiediamo poche necessarie informazioni:
  • il modo più semplice, è inviarci una copia della precedente valutazione scaduta o obsoleta, con una breve indicazione dei cambiamenti operati in azienda;
  • in alternativa, farci pervenire una planimetria con il layout dei reparti esposti al rischio rumore, con un elenco delle mansioni dei lavoratori che operano in ciascun reparto;
  • oppure contattando i nostri uffici al numero +39 030 2722014: parlerete con un nostro tecnico competente in rischio da rumore acustico che tramite alcune domande mirate arriverà alla formulazione del preventivo.

Chi fa la valutazione del rischio rumore?

Il D.Lgs. 81/2008 (Testo Unico sulla Sicurezza nei luoghi di Lavoro) impone al datore di lavoro di effettuare una valutazione del rumore all'interno della propria azienda al fine di individuare i lavoratori esposti al rischio e attuare gli appropriati interventi di prevenzione e protezione della salute. Il datore di lavoro può avvalersi di un tecnico specializzato nel rischio acustico e sulla salute e sicurezza sul lavoro.

Quando va fatta la Valutazione Rischio rumore?

La valutazione del rischio rumore e la relativa indagine fonometrica deve essere eseguita qualora dall'analisi dei rischi emerga che ci sono dei lavoratori esposti al rischio da rumore acustico. Tale valutazione del rischio da rumore acustico deve essere aggiornata ogni 4 anni, oppure anche prima, quando si verificano dei mutamenti aziendali (acquisto di nuovi macchianari, aggiunta di fonti di rumore, cambiamento del layout aziendale, ...) che potrebbero averla resa obsoleta oppure quando il Medico Competente lo richieda. rischio rumore 8108 rischio rumore ppt rischio rumore pdf fasce rischio rumore rischio rumore inail rischio rumore e vibrazioni rischio rumore acca valutazione rischio rumore brescia rischio rumore Bergamo rischio rumore Milano

Quali tipologie di rumore sono considerate un rischio?

Negli ambienti professionali si poossono individuare di caterie di rischio da rumore:
  • rischio da rumori dannosi: solo quando, in funzione del suo livello e tempo di esposizione, si raggiungono e si superano i limiti previsti dalla legge;
  • rischio da rumori disturbanti: quando, indipendentemente dal suo livello e dalla durata di esposizione, pone la persona in una condizione di reattività psicologica negativa.

Valutazione del rischio rumore: quando è obbligatoria?

La valutazione del rischio da rumore pone il focus sulla presenza di fonti di rumore acustico nei luoghi di lavoro che possono rappresentare un rischio per la salute dei lavoratori. L'argomento è particolarmente delicato perchè i danni da rumore acustico non sono immediatamente visibili, come può accadere per un infortunio che invece si manifesta invece istantaneamente. Gli effetti lesivi per la salute sono numerosi e necessitano di tempo per manifestarsi: dall'ipoacusia, ovvero la diminuzione della capacità uditiva, che talora può portare fino alla perdita totale d'udito, al coinvolgimento dei sistemi neurali centrali e periferici che si ripercuotono sull'apparato cardiovascolare, su quello endocrino e persino sul sistema nervoso centrale. Da non trascurare anche gli effetti del rumore durante le normali comunicazioni verbali e la percezione di segnali acustici di sicurezza, provocando affaticamento mentale, fino ad arrivare, in caso di esposizione prolungata ad interferire col sonno e col riposo del lavoratore esposto al rischio da rumore acustico. Ecco che quindi diventa necessaria la valutazione del rischio da rumore negli ambienti professionali, valutazione che rientra negli obblighi del Datore di Lavoro, che deve predisporre tale analisi nella redazione del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR).
L'obbligatorietà della valutazione del rischio da rumore può riguardare tutte le aziende che hanno almeno un lavoratore esposto a fonti di rumore acustico.

Quali sono le misure di prevenzione e protezione dal rischio rumore

Per limitare i danni provocati dal rumore nei luoghi di lavoro, è possibile adottare diverse strategie di prevenzione e protezione:
  • riduzione del rischio rumore alla fonte, mediante l'adozione di attrezzature più moderne con minore rumorosità;
  • isolamento della sorgente sonora mediante impiego di materiali fonoassorbenti;
  • limitazione del tempo di esposizione del lavoratore, anche tramite turnazione delle attività;
  • impiego dei DPI: tappi, tappi auricolari modellati ad personam, cuffie, specifici caschi per la riduzione del rumore.
rischio rumore 8108 rischio rumore ppt rischio rumore pdf fasce rischio rumore rischio rumore inail rischio rumore e vibrazioni rischio rumore acca valutazione rischio rumore

Dove si svolge la nostra consulenza di valutazione del rischio da rumore acustico

Siamo attivi nelle provincie di Brescia, Bergamo, Mantova, Cremona, Milano, Monza e Brianza, Bergamo, Sondrio, Parma, Piacenza.

Richiedeteci senza impegno un preventivo valutazione di rischio da rumore.
Un nostro consulente elaborerà le informazioni raccolte dandovi le relative indicazioni di costo della valutazione di rischio da rumore.